Scelta della scuola superiore: dalla provincia di Reggio Emilia i numeri delle iscrizioni - Orientanet

Scelta della scuola superiore: dalla provincia di Reggio Emilia i numeri delle iscrizioni

In città sempre più ragazzi scelgono percorsi tecnici, stabili i licei: i dati relativi alla scelta della scuola superiore degli studenti reggiani.

scelta scuola superiore

Si sono chiuse le iscrizioni alle scuole superiori della provincia di Reggio Emilia per il prossimo anno scolastico 2021/2022. Al termine delle operazioni online da parte delle famiglie, sono 4.630 le iscrizioni alle scuole secondarie di II grado statali, pari all’88% circa dei 5.275 alunni di terza media (una piccola percentuale si iscrive infatti direttamente a scuola, mentre altri ragazzi a istituti fuori provincia). I dati, seppur non definitivi, sono tuttavia significativi delle scelte e degli orientamenti degli studenti reggiani.

La vicepresidente della Provincia con delega all’Istruzione, Ilenia Malavasi commenta così i dati relativi alla scelta della scuola superiore degli studenti reggiani: “nella nostra provincia le iscrizioni ai licei risultano stabili rispetto all’anno scorso, mentre a livello nazionale si riscontra una crescita dell’1,5%. L’istruzione tecnica, in Italia pressoché stabile rispetto all’anno scorso, a Reggio Emilia aumenta significativamente dell’1,7% ; “Rispetto al dato regionale, la provincia di Reggio Emilia è ancor più orientata verso il segmento tecnico-professionale, che accoglie quasi il 60% delle domande di iscrizione per l’anno scolastico 2021/22, mentre a livello regionale tale percentuale è di poco superiore al 50%”

Paolo Bernardi dirigente dell’Ambito territoriale di Reggio Emilia dell’Ufficio scolastico dell’Emilia-Romagna, interpreta così i dati nazionali: “In un periodo di forte incertezza e di disorientamento collettivo come quello che stiamo vivendo, prevalgono in generale le scelte più conservative, quelle che, almeno nel sentire comune, sembrano lasciare aperte più strade in una prospettiva futura”. E continua: “Si conferma anche da noi la crisi dell’istruzione professionale, che dal 2018/19 ha intrapreso un percorso di riforma e di ricerca di una nuova identitàIn compenso la buona performance dell’istruzione tecnica a Reggio Emilia è segno che, pur con i mille ostacoli legati alla pandemia, il grande lavoro fatto in questa provincia in materia di orientamento dà i suoi frutti – conclude il dirigente provinciale dell’Ufficio scolastico regionale –  Del resto, tutte le ricerche fatte dalle Camere di commercio, a livello regionale e provinciale, indicano nei diplomi tecnici quelli che saranno più richiesti nel mercato del lavoro futuro.

08 febbraio 2021 – Reggio Emilia